Torna la grande estate musicale del West End

A Londra è ripartita la vita teatrale e musicale, presentando il green pass e senza “distanza sociale” nei teatri. Quindi tutto il celebre distretto teatrale del West End ha potuto riaprire le sale contando su una capienza al 100%, condizione essenziale per il loro modello economico. Anche la Royal Albert Hall ha perciò riaperto, permettendo così lo svolgimento del Festival Proms. Nei laghi italiani, a Stresa, nuova visione artistica e del rapporto con il pubblico.

Londra

Il 22 al celebre festival dei Proms, che quest’anno è ritornato, dopo la pausa del 2020 causa pandemia, il direttore Simon Rattle con la London Symphony Orchestra (di cui è direttore musicale) presenta un eccellente programma stravinskiano, con le Symphonies d’instruments à vent, la Symphony in C e la Symphony in Three Movements. Si può ascoltare anche alla radio – alle 20.30 – e in streaming per 1 mese. Come ad esempio fino al 29 agosto si può ascoltare in streaming il bel concerto dedicato alla Golden Age of Broadway, con la BBC Concerto Orchestra.

Salisburgo

Il 29 alle 17 ottima occasione di ascoltare in streaming differito su Arte Tv la Missa Solemnis di Beethoven con la Filarmonica e il Coro dell’Opera di Vienna diretti da Riccardo Muti. Capolavoro che non viene spesso presentato, è stato uno dei momenti più alti del Festival 2021.

Stresa

Il 22 all’Isola Bella gli Ô-Celli, otto violoncellisti in concerto con un programma ben impaginato. Da Gershwin alla compositrice Florence Price, la prima donna afroamericana a essere riconosciuta come compositrice e a essere eseguita da una orchestra di prestigio; da Aaron Copland a Leonard Bernstein. E’ parte della 60a edizione dello Stresa Festival, che prosegue fino al 5 settembre, sorretto da una nuova concezione del concerto e del dialogo tra interprete e pubblico.

Source link

Posted on

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *