Festival di Salisburgo, al via l’edizione 100

Al via la 100 edizione del celebre Festival di Salisburgo, dove si entrerà nelle sale senza distanziamento e senza mascherine: basterà un test antigenico o, certo, il Green Pass. Lo spettacolo di punta si annuncia il Don Giovanni di Mozart, con la regia di Romeo Castellucci, Leone d’Oro della Biennale Teatro. Invece le masserie della Puglia accolgono i mostri sacri della canzone italiana; e passeremo una notte d’estate sulle rive del fiume Brenta, ascoltando le poesie del grande poeta Andrea Zanzotto, nel centenario della nascita.

Salisburgo

Il celebre Festival festeggia la 100a edizione, fino al 31 agosto. Il 26 nuovo allestimento di Don Giovanni, dirige Currentzis, regia di Castellucci, 5 repliche fino al 20 agosto; ritornano l’Elektra e il Così fan tutte del 2019; dal 4 agosto Il trionfo del Tempo e del Disinganno, di Händel, regia di Carsen, con la voce di Cecilia Bartoli. Oltre alle opere, in programma la prosa, i concerti della Filarmonica di Vienna (tra cui la Missa Solemnis di Beethoven diretta da Muti), le serate di Lieder, i grandi recital pianistici.

Puglia

Fino al 3 settembre la terza edizione del Luce Music Festival, dalle pietre a secco dell’Alta Murgia alle banchine dei porti dell’Adriatico, dalle porte della Valle d’Itria fino al cuore barocco del Salento: Bitonto, Molfetta, lo Jazzo Pantano di Gravina in Puglia, Fasano, Lecce e Melpignano. Il 20 alla Masseria Lama Balice, a Bitonto, arriva Francesco De Gregori, il 23 a Fasano Gianna Nannini, il 9 agosto a Gravina Ludovico Einaudi; e poi Miss Keta, Ghemon, Colapesce Dimartino e molti altri.

Valbrenta

Il 21 sulle rive del Brenta a Campolongo musica, canzoni, poesie, racconti celebrando il poeta Andrea Zanzotto. Vasco Mirandola, con i musicisti Erica Boschiero e Sergio Marchesini, compie un viaggio a ritroso nella produzione del grande poeta, alla ricerca di quell’alone “dove i suoni possono dialogare con le parole per portare alla mente, al cuore, quello che la poesia dice ma non dice del tutto”. La poesia di Zanzotto trova un’ambientazione ideale sul lungobrenta di Campolongo. Mirandola, Boschiero e Marchesini renderanno in musica la sua poesia.Questo evento fa parte della nutrita programmazione del 41° Operaestate Festival che prosegue fino al 5 settembre in 27 Comuni della Pedemontana veneta.

Source link

Posted on

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *